Mi butto!

Per me la vacanza è un ottimo momento per svuotarsi la testa. La cosa bella è che ci si libera spazio per nuovi progetti! Guardando la costa d’Italia, attraverso lo stretto di Messina, ho deciso: creo un blog per scambiare esperienze sull’educazione multilingue.

Ho sempre avuto una grande passione per le lingue (ne parlo 6 – in diversi livelli naturalmente). Che fortuna che mi sono sposata con un Italiano: posso crescere i miei figli in modo bilingue!

Bilingue a modo nostro 

Nostra figlia(3,5) parla l’Olandese e l’Italiano.  Anche le prime parole di nostro figlio (1,5)  sono in entrambe le lingue (papà, mamma, auto, gatto, ciuccio, latte, nonno, uit). Abbiamo fatto come ci sembrava logico: io parlo Olandese la maggior parte del tempo, Antonio parla Italiano. Ma siccome tutti e due parliamo bene anche l’altra lingua, non siamo al 100% coerenti.

Nella maggior parte dei siti relativi all’educazione multilingue vengono citati due metodi:

• OPOL: one parent, one language (un genitore, una lingua)
• ML @ H: minority language at home (lingua minoritaria a casa)

Onestamente non sapevo esistessero queste teorie sul multilinguismo! Solo adesso ho scoperto che adottammo il primo mètodo. Ma come ho già detto: non siamo sempre precisi. Per me è una conferma che la pratica è un pò più difficile della teoria. Allo stesso tempo, mi rende curiosa! Alla fine, non sono solo i nostri bimbi che imparano, ma impariamo pure noi. E mi piace condividere le nostre esperienze!

 

Een gedachte over “Mi butto!

Geef een reactie

Vul je gegevens in of klik op een icoon om in te loggen.

WordPress.com logo

Je reageert onder je WordPress.com account. Log uit /  Bijwerken )

Google+ photo

Je reageert onder je Google+ account. Log uit /  Bijwerken )

Twitter-afbeelding

Je reageert onder je Twitter account. Log uit /  Bijwerken )

Facebook foto

Je reageert onder je Facebook account. Log uit /  Bijwerken )

Verbinden met %s